top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreStefano

In tour con #EnjoyGuadalupa Bouillante

Posta sul versante ovest dell’isola di Basse-Terre, la città di Bouillante è un Comune di poco meno di otto mila abitanti e si caratterizza per una serie di attrazioni naturali come le fonti d’acqua calda, le famose isole Pigeon, fazzoletto di mare custode della riserva marina di Jacques Cousteau, il parco de la Source, la storica Ansa à la Barque e il famoso parco zoologico des Mamelles.

Il nostro tour parte però dalla spiaggia Petit Anse.

La graziosa spiaggia di Petit Anse è una piccola baia avvolta da una lussureggiante natura, dove una sabbia dorata e uno specchio d'acqua invitante, garantisce ai tanti turisti che la frequentano momenti di assoluta tranquillità.

La spiaggia, inoltre, è ben attrezzata e dispone di docce, carbets per pic-nic, ampio parcheggio e diversi ristoranti. 

Lasciata Petit Anse, il primo sito termale che s'incontra è il Bains de Ravin Thomas, raggiungibile in circa dieci minuti di cammino dal parcheggio.

Il sito non è altro che una piccola piscina  naturale di forma circolare ricavata sulla riva del mare.

Le sue acque, dopo essersi fatte strada tra le rocce, sgorgano direttamente sul fondale del mare all’interno di un piccolo bacino circolare artificiale appositamente realizzato con piccoli scogli per raccogliere le acque, la cui altezza varia dai 50 centimetri in caso di alta marea, ai 30 in caso di bassa marea.

Considerate le sue ridotte dimensioni e la grande affluenza di turisti, la possibilità di trovare un piccolo spazio durante il giorno è assai difficile, salvo arrivarci alle prime ore del mattino o in tarda serata in compagnia di uno splendido tramonto.

A circa quattro chilometri da Bains de Ravin Thomas, si raggiunge il bagno caldo di Bouillante.

La tipicità di questo sito è data dal fatto che le acque solfuree, provenienti dalla adiacente centrale geotermica ad una temperatura di 41°C., vengono convogliate, attraverso un lungo canale artificiale, direttamente in mare richiamando a tutte le ore del giorno moltissimi turisti e locali.

Proseguendo verso il nord della N 1, prima della rinomata spiaggia di Malendure, in appena 10 minuti si raggiunge la sorgente calda du Curé.

Segnalata da apposita cartellonista stradale indicante Anse à Sable e Chapelle de Pigeon, le acque della sorgente calda du Curé sgorgano dalle rocce e incanalate all’interno di una vasca azzurra maiolicata posta sulla rientranza sinistra della spiaggia Anse à Sable, un lido selvaggio dalla sabbia grigia e dal fascino unico.

Questo bagno caldo risalente al 1950 offre un'esperienza unica; con una temperatura dell'acqua di 41 º C., è un angolo di paradiso prevalentemente frequentato dai locali.

Chiuso con le fonti d’acqua calda, Bouillante si pregia per la presenza della famosa riserva marina di Jaques Cousteau, un'area marina protetta di circa 400 ettari d’inestimabile valore ambientalistico posta nelle vicinanze delle isole Pigeon, raggiungibile dalla rinomata spiaggia dalle sabbie scure di Malendure.

I suoi fondali protetti ospitano stupefacenti spugne, tartarughe, e pesci di ogni genere, ed il famoso giardino di Corallo, all’interno del quale, a 10 metri di profondità, trova posto il busto in bronzo del celebre comandante Jaques Cousteau.

Altro sitito di particolare interesse turistico presente a Bouillante, è il Parco de la Source, luogo magico dove è possibile trascorrere momenti in piena armonia con la natura.

Posto sulle alture di Pigeon, con una vista meravigliosa sulla sottostante citata riserva marina, il Parco de la Source ha un’ampiezza di 10 ettari all’interno di una lussureggiante foresta mesofila.

Al suo interno sono presenti 14 carbet per le famiglie che desiderano consumare sul posto gradevoli pic-nic o pranzi, di cui sette posti nella parte superiore del parco e sette lungo il fiume Bourceau, corso d’acqua che interrompe la corsa con un salto di circa 20 metri nella cascata “Queue de Cheval”, facilmente raggiungibile percorrendo una passarella in legno.

Per rilassanti passeggiate al suo interno, il parco dispone di una rete di sentieri dai quali è possibile scoprire sorgenti naturali, le ampie piantagioni di vaniglia, caffè, cacao, ammirare un giardino creolo, e varie qualità di piante medicinali.

La visita al parco è possibile dal mercoledì alla domenica, dalle ore 09,30 alle ore 18,00, ad un prezzo di £ 17,00 per gli adulti, oppure prenotata tramite accesso al sito www.parcdelasource.com 

L’ingresso è gratuito nel solo caso si vogli accedere alla boutique o alla caffetteria “Terrazza del parco”.

Penultima attrazione della città di Bouillante è la magnifica Ansa à la Barque.

La spiaggia, poco frequentata, forse perché ospita un porticciolo per pescatori, sfoggia sul suo lato sinistro un bel faro e alle sue spalle un fitto boschetto paludoso all’interno del quale sono presenti le vestigia di un sito storico un tempo dedicato alla lavorazione dell’indaco, pianta tropicale dalla quale si estraeva un colorante blu.

Il sito, come detto, è tra quelli inseriti nel progetto della rotta degli schiavi in quanto, tempo addietro, erano stati rinvenuti alcuni resti risalenti al XVII secolo, come piccole vasche e frammenti di ceramiche, e, intorno alla grande vasca di agitazione o ammollo, cocci di bottiglie di vetro.

​Gli studi portati avanti da alcuni storici raccontano che la scelta dell’Anse-à-la-Barque, quale luogo ideale per costruire questa piccola fabbrica, scaturì principalmente per due motivi: il clima secco della costa, particolarmente adatto alla crescita delle piante di indaco, e il torrente che scorre nel vicino fossato, fonte di un grande quantitativo d’acqua dolce indispensabile al processo produttivo.

Il tour si conclude sulla Route de la Traversèe con la visita all parco zoologico “Des Mamelles”.

La struttura è una vera e propria arca di Noè moderna collocata nel contesto di un’area tropicale lussureggiante. Essa ospita più di mille specie di piante, percorsi su corde, ed una passarella in legno che, attraversando l’intero parco, conduce su oltre 20 siti all’interno dei quali trovano dimora circa 85 specie animali dei Caraibi e della Guyana, suddivise tra mammiferi, uccelli, rettili e artropodi.


Spiaggia Malendure

Testo e foto Stefano Mappa

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page